venerdì 7 giugno 2013

Mamme "imperfette" (ma sempre "meno imperfette" dei papà)



Adesso va di moda l'imperfezione dei genitori. Piace, proprio a tutti me compreso, definirsi “genitori imperfetti”, così bravi a esserlo che si rischia di diventare “perfetti genitori imperfetti”
Ci si schernisce quasi per non prendere meriti, per non sembrare troppi bravi con i figli. Si deve far vedere che ci si impegna ma ogni tanto deve mancare qualche risultato. Altrimenti non va bene. Qualcuno potrebbe storcere il naso.

Mi sembra però che in questa autocelebrazione dell’imperfezione tra genitori, emerga che “siamo tutti imperfetti ma qualcuno è, comunque, meno imperfetto degli altri”. 
Guardando la web serie "Una mamma imperfetta" mi è sembrato che, ancorché definite "imperfette", le mamme siano sempre "meno imperfette" di quanto siano i papà.
Sicuramente sul piano narrativo funziona meglio la presenza di questa contrapposizione madri/mogli contro padri/mariti ma forse si finisce troppo negli stereotipi più classici. 
Nella realtà creare questi due fronti contrapposti madri/padri non può che portare poco lontano.  

Fino a che non capiremo che una madre e un padre sono come su una stessa barca con ognuno in mano un solo remo, la navigazione sarà veramente difficoltosa e raggiungere una meta quasi impossibile. 

10 commenti:

  1. a me, giusto per parafrasare me stessa, pare che queste mamme della serie occupino tutto lo spazio. SOno ingombranti e di un lamentoso che non sempre trovo divertente.
    Mi manca di vedere tutta l'ultima settimana e spero di avere qualche sorpresa. PErchè si, sorridere fa sorridere, però anche una caricatura può andare storta, non so come dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente per far ridere su larga scala è necessario caricaturare un po' troppo. Forse è una serie pensata per un pubblico di mamme.
      Come quei comici uomini di Zelig che si sono costruiti un personaggio dipingendo sempre mogli rompiscatole che trascinano i mariti all'Ikea.

      Elimina
  2. Io non ho ancora visto niente di questa serie, forse sono troppo imperfetta per essere attirata dal titolo ;)
    Comunque concordo sull'abitudine radicata a contrapporre uomini e donne anche quando sono madri e padri ... altra occasione persa, dunque? Forse la pura collaborazione non è spendibile sui media ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alcune puntate sono carine ma decisamente "di parte". Dopo tutto la serie si chiama "una mamma imperfetta" non "genitori imperfetti" ;)

      Elimina
  3. Ma nessuna mamma e nessun papà è imperfetto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come Mary Poppins, praticamente perfetta sotto ogni aspetto ;)

      Elimina
  4. È proprio così: padre e madre sono sulla stessa barca, che solo cooperando insieme si raggiungono risultati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E il carico quanto mai delicato: crescere i figli.

      Elimina
  5. Ciao Daniele, non ho ancora visto la serie, ma condivido quello che dici sull'imperfezione che a me appare un po' come una excusatio non petita a volte...
    La comunicazione più diffusa spesso insegue i trend, ma sulla famiglia sembra invece che non solo stia passi indietro al reale, ma che si perda anche la possibilità di aprire nuovi scenari... peccato perchè i nuovi papà sarebbero un'ottimo punto di vista per cambiare anche tanti stereotipi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato, secondo me la serie sarebbe stata ancora più carina basandosi su una certa complicità tra mamme e papà.

      Elimina